Progetto Intrecci

Il progetto prevede  un laboratorio di teatro integrato con diversamente abili finalizzato all’allestimento di spettacoli di  teatro integrato.

Progetto promosso dal 2008  ad oggi  da Il

Collettico Teatrale Sottoportico ,
in collaborazione con MetaArte e
Il Portico (Dolo).


 

A squarcia gola

spettacolo di teatro integrato (2013-14)

Ispirandosi liberamente a “I musicanti di Brema”, lo spettacolo parla di come un gruppo di persone combatte l’esclusione sociale e la ghettizzazione attraverso l’arte.


In scena

Erwin Arcaya, Laura Baldan, Antonella Boscaro, Mara Checchin, Giovanni Fama’, Davide Filippi, Lucia Fortuni, Stefano Furlanetto, Manoubi Lahmar, Teresa Laperna, Lucio Marchiori, Marco Menegale, Claudio Minesi, Alex Riccoboni, Giulia Spagnolo, Piero Spagnolo, Lavinia Vivian

Collaboratori
Olimpia Rampazzo e Cristina Tonelli

Foto
Olimpia Rampazzo

Regia e drammaturgia
Manuela Frontoni

 

Lo spettacolo è il frutto di un laboratorio di teatro integrato organizzato da Collettivo Teatrale Sottoportico in collaborazione con Il Portico e MetaArte.

Altri spettacoli effettuati:

Cosmodissea
(2010) – liberamente tratto da un racconto scritto da uno dei partecipanti al laboratorio, lo spettacolo narrava le avventure di un gruppo di uomini costretti a lasciare la terra in seguito ad una catastrofe ecologica.

Re trentatre e i suoi tretatre bottoni d’oro
(2009) – liberamente tratto da una fiaba di C. Imprudente, lo spettacolo rifletteva sulla necessità di imparare a governare se stessi prima di comprendere come governare un regno.